Che cos’è la SEO Locale?

Scopri come farti pubblicità nella tua zona attraverso la SEO Locale

SEO. Ricerca organica. Algoritmi. Non ti preoccupare: la SEO (acronimo per “Search Engine Optimization”, ottimizzazione per i motori di ricerca) è più facile di quel che sembra. E questo breve acronimo può aiutarti a migliorare le vendite della tua attività. Con un po’ di tempo e la conoscenza dei concetti base, potrai incrementare il traffico sul tuo sito web.

Continua a leggere per scoprire come sfruttare il potenziale della SEO per la tua attività.

Passa all'argomento


1. Per prima cosa: che cos'è la SEO?

Se non sai qual è la differenza tra "SEO" e "CEO", questa sezione fa per te. Se invece sai già che cos’è la SEO, puoi passare direttamente alla prossima sezione.

SEO è una strategia di inbound marketing che permette di incrementare il traffico attraverso le ricerche organiche effettuate sui motori di ricerca come Google e Bing. Questo vuol dire che la tua attività interagisce con i potenziali clienti che sono attivamente alla ricerca dei tuoi servizi (ad esempio, quando cerchi "scarpe Nike" e Google ti mostra pubblicità per il prodotto che stavi cercando).

Questa tecnica è diversa rispetto alle strategie di outbound marketing, che tendono a "interrompere" ciò che il pubblico sta svolgendo (ad esempio, le pubblicità in televisione).

Nonostante siano entrambe strategie di inbound marketing, le ricerche organiche si differenziano dalle ricerche a pagamento perché non prevedono alcun pagamento e la classificazione dei risultati di ricerca viene determinata dagli algoritmi del motore di ricerca. Per darti un riferimento, i risultati di ricerca a pagamento si trovano nella parte alta della pagina e a destra, mentre quelli organici si trovano al centro della pagina, sotto i risultati di ricerca a pagamento.

2. Perché la SEO è importante per la tua attività?

La SEO è importante per la tua attività perché, in generale, con un posizionamento migliore nei risultati di ricerca incrementerai il traffico sul tuo sito web e, di conseguenza, aumenterai le possibilità di vendita. Dovrebbe essere una parte fondamentale della strategia di marketing di qualsiasi piccola impresa e può permettere di migliorare notevolmente la tua visibilità quando qualcuno cerca i tuoi servizi. Il click-through rate (la percentuale di persone che hanno cliccato uno dei risultati proposti dal motore di ricerca) di ciascun risultato della classificazione dipende ovviamente dalla preferenza degli utenti, ma è un fatto comunemente risaputo che a un maggiore click-through rate corrisponde un maggiore volume di traffico.

Se stai pensando “Perfetto, allora come faccio a comparire in cima ai risultati di ricerca?”, di seguito trovi tutto quello che devi sapere per iniziare a sfruttare al massimo la SEO locale.

3. Qual è la differenza tra la SEO locale e la SEO normale?

Il marketing per la SEO locale è una componente della SEO che si concentra sulla promozione della tua attività puntando sui clienti locali che cercano imprese locali. A seconda dell’interpretazione del motore di ricerca delle intenzioni dell’utente (il motivo per cui una persona sta cercando una cosa specifica), le aziende locali possono comparire o meno nell’elenco dei risultati di ricerca per una particolare parola chiave. Per le ricerche su dispositivi mobile, le ricerche basate sulla posizione (ad esempio, [ristorante vegano Torino]) o le ricerche di servizi (ad esempio, [sarto per vestito]) vengono mostrati risultati locali. Persino una richiesta generica come [pizzeria] otterrà risultati locali, dato che il motore di ricerca presume che l’utente sia affamato e stia cercando del cibo nelle vicinanze:

I risultati di ricerca locali sopra i risultati di ricerca organici sono chiamati “pacchetto locale” e si riferiscono solo ad attività con un indirizzo fisico in prossimità della persona che ha effettuato la ricerca oppure, nel caso della [pizzeria a Firenze], della posizione specificata nella richiesta.

I risultati dei pacchetti locali vengono valutati e classificati in maniera simile ai risultati organici tradizionali, ma ci sono alcuni passaggi importanti che i titolari di imprese devono svolgere per ottimizzare le prestazioni del loro sito web nei risultati locali. Di seguito illustriamo come fare.

4. Esegui la verifica della tua attività su Google e Bing.

Per prima cosa, è importante verificare la propria attività su Google My Business e Bing Places per comparire il più possibile nei risultati di ricerca locali. Anche se i motori di ricerca in teoria possono utilizzare le informazioni disponibili sul web (ad esempio, sito web aziendale, elenchi di imprese locali, pagine gialle, ecc.) per generare i risultati di ricerca locali per un’attività, l’unico modo per ottimizzare la ricerca e ottenere migliori risultati è verificare la propria attività negli elenchi di questi motori di ricerca. In questo modo si genererà più traffico e si potrà migliorare il proprio posizionamento nell’elenco dei risultati.

5. Esegui una ricerca delle parole chiave.

È importante fare una ricerca delle parole chiave pertinenti, così da essere certi che il sito web “parli la stessa lingua” dei visitatori. Se gestisci una pizzeria locale, pensi che le persone cerchino più spesso "pizzeria" oppure "ristorante economico"?

La risposta più semplice è probabilmente la più adeguata in questo caso. Google offre uno strumento di pianificazione delle parole chiave in grado di fornire il volume di ricerca delle richieste e inoltre offrono una funzione di suggerimento per dare informazioni dettagliate sulle diverse varianti delle parole chiave. Questi strumenti sono incredibilmente utili per stabilire quale ricerca viene effettuata più spesso tra "pizzeria" e "ristorante economico", perché i motori di ricerca gestiscono le richieste in maniera separata. Utilizzare queste parole chiave in maniera naturale all’interno del tuo sito permette di accrescerne la rilevanza e aiuta i motori di ricerca a capire di che cosa si occupa il tuo sito web.

Un altro aspetto importante della ricerca delle parole chiave è la possibilità di concentrarsi su un’area specifica in cui fornire il proprio servizio. Un ottimo modo per scrivere il tag del titolo della tua homepage e il body copy (corpo del testo) è quello di seguire il modello [parola chiave che descrive il prodotto/servizio] + [località] (maggiori informazioni a riguardo di seguito). Ad esempio: "Pizzeria da Mario – Specialità campane e forno a legna | Firenze"

6. Ottimizza gli elementi presenti a livello di pagina (on-page)

Dato sia gli utenti sia i motori di ricerca leggeranno le pagine sul tuo sito, è importante utilizzare in maniera naturale le parole chiave per cui vuoi comparire nei risultati di ricerca. Dopotutto, come faranno altrimenti i visitatori a sapere che tipo di prodotti e servizi offre la tua attività? Le due aree principali in cui includere le parole chiave desiderate sono il tag del titolo e il body copy.

Tag titolo

Il tag del titolo di una pagina è il testo principale che descrive un documento online e resta uno dei più grandi fattori della SEO su cui un webmaster ha pieno controllo. Inoltre, è il primo elemento visibile per una persona che effettua una ricerca e può essere l’unica cosa che leggeranno per stabilire se il tuo sito risponde o meno in maniera efficace alla loro richiesta.

Per sfruttare al massimo il tag del titolo, segui questi semplici suggerimenti:

  • Se possibile, fai in modo che le tue parole chiave siano incluse nel tag del titolo. In questo modo soddisferai sia umani che motori di ricerca.
  • Ricordati, però, di scrivere per gli umani, non solo per i motori di ricerca. È importante inserire le parole chiave nel tag del titolo, ma se questo risulta bizzarro o illeggibile (ad esempio, "pizzeria Firenze, napoletana, prodotti di qualità"), potresti perdere molti visitatori, che opteranno invece per soluzioni più naturali come "La vera pizza napoletana, con prodotti di qualità'".
  • Non deve essere troppo lungo. I motori di ricerca mostrano solo circa 70 caratteri in un tag del titolo.

L’esempio qui sopra è tratto da Pizzeria Santarpia, che compare nei risultati di ricerca locale per [pizzeria Firenze]. Utilizzare "Pizza napoletana" nel loro tag del titolo è stata un’ottima idea, ma potrebbero anche aggiungere "senza glutine" per migliorarlo ulteriormente.

Body Copy

L’utilizzo in maniera naturale delle parole chiave insieme a potenziali sinonimi o parole correlate (ad esempio, farine scelte, burrata) permette di accrescere la rilevanza dei termini desiderati. Pizzeria Santarpia fa un buon lavoro in questo caso.

7. SEO locale: Dai le indicazioni giuste.

La SEO locale è molto diversa dalla SEO per un singolo sito web e bisogna prestare attenzione ad alcuni fattori aggiuntivi. Ecco alcuni suggerimenti su che cosa fare dopo aver verificato la propria attività su Google e Bing.

Alcune informazioni fondamentali

Ci sono cose che non si possono tralasciare. Nome, indirizzo e numero di telefono sono tra le informazioni fondamentali che permettono ai motori di ricerca di capire di che cosa si occupa la tua attività. È importante pubblicare questi dati in bella vista sulla tua homepage, per permettere ai motori di ricerca di mostrarli all’interno della pagina dei risultati di ricerca.

Incrementare le citazioni di Nome, indirizzo e telefono

Una volta stabiliti nome, indirizzo e numero di telefono, i motori di ricerca controlleranno negli elenchi telefonici locali per verificare la correttezza delle informazioni. Se vengono riscontrati errori (ad esempio, un nome o un indirizzo diverso), il motore di ricerca non avrà più la certezza di quali informazioni mostrare agli utenti. Un classico esempio è quello di un’attività che cambia di sede ma non aggiorna le informazioni sugli elenchi professionali.

Modificare i dati in tutti gli elenchi può risultare un lavoro lungo, soprattutto se nel frattempo stai cercando di gestire un’attività. Ti verrà anche segnalato dove si trovano eventuali informazioni incorrette, così da poterle aggiornare con un solo click.

Controlla le tue categorie

La scelta delle categorie corrette può fare la differenza tra una discreta strategia SEO e una eccezionale. Ecco due semplici passaggi per assicurarti di fare tutte le mosse giuste.

  1. Prima di scegliere una categoria, prova a utilizzarla in una ricerca su Google. Vengono mostrati risultati locali? In caso negativo, non ti conviene inserirla come una delle categorie presenti nei tuoi profili Google My Business e Bing Places.
  2. Controlla quali categorie sta usando la concorrenza locale. Se puntate alla stessa clientela "nel mondo reale", allora dovrebbe valere lo stesso per il traffico online. Ad ogni modo, non dare per scontato che le scelte fatte dalla concorrenza siano le più adatte per il tuo sito: si tratta solo di un punto di partenza.

Ricevi recensioni positive

Una volta stabiliti con certezza nome, indirizzo, numero di telefono e categorie, le recensioni positive dei clienti non solo ti aiuteranno a guadagnare credibilità agli occhi dei potenziali nuovi clienti, ma incrementeranno anche la tua posizione all’interno dei risultati di ricerca locali. Il modo più semplice per cominciare a ricevere recensioni è chiedere ai tuoi attuali clienti di scriverne una. Basta anche solo mandare un’e-mail automatica ai tuoi clienti. Scegli il metodo più efficace per la tua attività.


Seguendo questi passaggi, la SEO locale del tuo sito sarà sulla buona strada. Inoltre, il bello delle ricerche organiche è che, una volta impostate correttamente, puoi limitarti a un lavoro di manutenzione in futuro. Tutto il lavoro svolto per impostare correttamente il sito porta benefici a lungo termine e permette di indirizzare traffico di qualità verso il tuo sito web. Ricarica ovunque sei.

Articoli correlati

Best ways to run a sale

Learn the essentials of running a successful sale with these handy tips.
Leggi tutto

Branding glossary

Your key to cutting through the jargon and understanding the most common branding terms.
Leggi tutto